Matteo Ceccarelli

Matteo Ceccarelli MAU 4Opere : “Coleotteri” (2005) via Fiano, 14 – MAU Museo d’Arte Urbana – Torino

Matteo Ceccarelli MAU 5Opera : “senza titolo” (2014) via Rocciamelone, 7 – MAU Museo d’Arte Urbana – Torino

Matteo Ceccarelli e nato a Torino, dove vive e lavora, il 7 novembre 1975

Da un testo prodotto da Edoardo Di Mauro per l’apertura del nuovo show room in via Rocciamelone nel novembre 2010:
“Matteo Ceccarelli è figlio d’arte, il padre, Giovanni Ceccarelli in arte Nerone, è stato un’artista importante, grande demiurgo ed assemblatore di materiali. Matteo, insieme ai fratelli Lepoldo e Neri, ha proseguito lungo il sentiero della creatività artistica. Il progetto estetico di Matteo Ceccarelli non conosce distinzione tra fantasia e funzione, alto e basso, concettualismo e disincantata ironia, tutto si fonde in un insieme unico e totalizzante. Come dichiarato nelle pagine del sito internet la sua attività si espande a comprendere “arte e architettura, scultura, arredo e complementi artistici”. I materiali, impiegati con grande maestria e consapevolezza formale, sono molteplici, legno, marmo ed ogni genere di metallo. Nel suo stile l’eredità del minimalismo degli anni Sessanta e Settanta, concentrato sulla nudità dei materiali e sul rapporto di interscambio con il fruitore, si rende più complesso ed articolato da un punto di vista strutturale, con l’innesto, all’interno della massa aniconica, di elementi figurativi. Per l’apertura del suo nuovo spazio nel Borgo Campidoglio, dove da anni vive e lavora,  Ceccarelli esporrà una serie di opere e di realizzazioni indicative del suo cammino recente. Tra le varie cose, ad esempio,  un pannello scultoreo in alluminio e rame che diventerà una porta scorrevole, una scultura parietale intitolata “Deserto”, dove, tra le pieghe del metallo, spuntano resti fossili e vestigia animali, tre suggestivi pannelli in rame ossidato che richiamano alla memoria l’arte astratta e minimale degli anni Settanta, due composizioni zoomorfe, una ludica girandola di pesci ed il muso di un inquietante ed espressivo caprone, e due mirabili esempi di arte applicata, uno specchio ed un tavolo dove la creatività artistica si fonde con la funzionalità dell’oggetto d’uso quotidiano.”

Nel corso degli anni Ceccarelli ho proseguito nel suo eclettico cammino di scultore e designer, realizzando raffinati arredamenti d’interno , mobili, ed opere tra cui si cita la ormai celebre “Mantide”, esposta con successo a Torino in occasione di Paratissima.

Sempre a Torino si citano le collaborazioni con il Museo dell’Automobile, la Galleria Cristiani e la BAM Biennale d’Arte Moderna e Contemporanea del Piemonte.

Il Museo d’Arte Urbana ha prodotto tre opere sotto forma di sculture parietali di Matteo Ceccarelli . Una collocata presso lo show room di via Rocciamelone 7, altre due su altrettante finestre cieche all’altezza del civico 14 di via Fiano (coleotteri in ferro nichelato e verniciato a forno)

 

http://officinebrand.it/offpost/mau-museo-darte-urbana-artisti-e-opere-8-9-10/

http://www.matteoceccarelli.it/mc/matteo-ceccarelli/273/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *