CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 2011 02052/065

Div.Cultura – Comunicazione e Promozione della Città
2011 02052/065
Settore Arti Contemporanee 0/B
CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 12 aprile 2011
Convocata la Giunta presieduta dal Sindaco Sergio CHIAMPARINO, sono presenti, oltre al Vicesindaco Tommaso DEALESSANDRI, gli Assessori: Fiorenzo ALFIERI Alessandro ALTAMURA Marco BORGIONE Giuseppe BORGOGNO Ilda CURTI Giovanni Maria FERRARIS Gianguido PASSONI Marta LEVI Giuseppe SBRIGLIO Maria Grazia SESTERO Roberto TRICARICO Mario VIANO Assente per giustificati motivi l’Assessore Domenico MANGONE. Con l’assistenza del Segretario Generale Mauro PENASSO.
OGGETTO: COMMISSIONE PER L’ARTE PUBBLICA. APPROVAZIONE CREAZIONE “COMITATO MUSEO ARTE URBANA” E “SOTTOCOMMISSIONE ARTE PUBBLICA LOCALE”. Proposta dell’Assessore Alfieri, di concerto con l’Assessore Curti. Con determinazione della Giunta Comunale del 29 gennaio 2008 (mecc. 0800314/065) veniva istituita una Commissione Consultiva tecnico/artistica per l’Arte Pubblica indicandone la composizione, i compiti ed il funzionamento. Con la stessa determinazione si definiva la composizione individuando un gruppo di lavoro artistico e uno tecnico e veniva proposta, inoltre, l’articolazione di gruppi di lavoro per materia costituiti per competenza tecnica, artistica e amministrativa. La componente tecnica della Commissione è rappresentata dai Settori interessati della Città mentre i membri della componente artistica sono rappresentanti del mondo culturale torinese scelti tra le principali istituzioni ed enti. Con successiva deliberazione della Giunta Comunale del 6 ottobre 2009 (mecc. 0906242/065) venivano approvate le linee generali per il Piano di Localizzazione delle opere di Arte Pubblica attraverso la definizione delle linee e criteri artistico-progettuali e l’individuazione di aree e assi strategici. L’esperienza dell’attività di questi primi due anni di attività della Commissione per l’Arte Pubblica si può considerare certamente positiva e proficua e costituisce un efficace strumento per pianificare e recepire in un contesto complesso, quale è il nostro territorio, il ruolo che può svolgere l’arte contemporanea. Tuttavia, per far sì che i lavori della Commissione raggiungano il proprio scopo in una logica di efficienza, è stato ritenuto da più parti indispensabile creare una o più sotto commissioni che abbiano quale compito l’esame e l’elaborazione della fase istruttoria di particolari tematiche o proposte le quali verranno solo successivamente sottoposte all’attenzione e alle valutazioni della Commissione per l’Arte Pubblica. A tale scelta consegue, pertanto, l’istituzione di Sottocommissioni che siano rappresentative dell’interesse pubblico e garanti di ogni altro legittimo interesse in gioco rappresentato da comitati, associazioni o altre entità che operano in merito alla tematica o al territorio intessato. Il procedimento adottato, tra l’altro, risponde alla necessità di filtrare la complessità delle tematiche che in precedenza venivano inserite nell’ordine del giorno dei lavori della Commissione: spesso si trattava, infatti, di temi o proposte di elevata complessità il cui esame avrebbe comportato l’intera o preponderante disponibilità temporale dei lavori della Commissione stessa la quale, avendo convocazioni forzatamente limitate nell’arco annuale anche in considerazione del numero di componenti e della loro disponibilità, ha evidenziato la necessità, per meglio approfondire l’esame, di ulteriori momenti di confronto. La composizione di ogni Sotto-commissione dovrà prevedere in ogni caso rappresentanti della Città attraverso esponenti scelti nell’ambito dei Settori interessati, firmatari della deliberazione di Giunta sopra citata (mecc. 0906242/065 del 6 ottobre 2009), del Presidente o di altro membro della Circoscrizione territorialmente interessata. I restanti membri della Sottocommissione saranno scelti tra gli enti, comitati, istituzioni, associazioni, musei operanti sul territorio. La scelta dei membri avverrà a partire dalle indicazioni emerse e, tra loro concertate, da parte degli Assessorati di riferimento in relazione alla tematica preponderante e specifica territoriale e verrà segnalata al Settore Arti Contemporanee che provvederà alla convocazione. La prima applicazione di quanto sopra indicato, sarà la creazione di un Comitato di coordinamento, elaborazione di linee di indirizzo e valutazione di tematiche riguardanti il Borgo Vecchio Campidoglio e, in specifico, il MAU (Museo d’Arte Urbana). Il Comitato sarà composto per quanto attiene la Città, da un rappresentante del: Settore Arti Contemporanee, Settore Decoro Urbano, Settore Arredo Urbano e Urbanistica Commerciale, Fondi Strutturali e Sviluppo Economico (Progetto FaciliTo), Circoscrizione IV. Per la restante parte vi sarà rappresentato il MAU (Museo Arte Urbana), la Fondazione ContradaTorino Onlus e da altri enti/soggetti a vario titolo coinvolti o individuati per oggettiva opportunità dal Comitato stesso. Alla luce delle considerazioni precedentemente esposte e, in considerazione delle esigenze emerse dai Settori Comunali interessati alle tematiche in oggetto, la Commissione d’Arte Pubblica propone, inoltre, di istituire una Sottocommissione con funzioni di valutazione in relazione alla necessità di rispondere in modo adeguato a richieste che hanno contenuti complessi non riconducibili unicamente ad una sola componente. È il caso ad esempio di richieste per interventi su facciate di edifici in quanto le proposte spesso sono di varia tipologia e, secondo i casi, riferite ad interventi artistici, di design, graffiti o interventi decorativi in senso più tradizionale. Le tempistiche previste dalla legge (Legge 241/90 e successive modifiche) impongono di fornire una risposta entro 30 giorni dal recepimento della domanda e non possono essere demandate all’Ufficio Colore valutazioni che hanno a che vedere non solo con la tipologia degli edifici, ma anche componenti che seppur contenute, hanno a che vedere con aspetti artistici e/o di design. Da questo presupposto, nasce, quindi, l’istituzione della Sottocommissione d’Arte Pubblica Locale finalizzata a contemperare l’esigenza di risposta nei tempi previsti di legge e in rispetto ai tempi regolamentari ai quali i Settori debbono sottostare. Tale Sottocommissione dovrà strutturarsi in maniera adeguata per la rappresentatività e sia per l’agilità operativa occorrente alla sua funzione. Della suddetta Commissione faranno parte un rappresentante della Commissione per l’Arte Pubblica, del Settore Arti Contemporanee, del Settore Decoro Urbano, del Settore Arredo Urbano e Urbanistica Commerciale, della Fondazione Contrada Onlus, della Circoscrizione di riferimento di volta in volta interessata ed il Settore Politiche Giovanili in caso di tematiche riferibili al progetto Murarte. Tutto ciò premesso,
LA GIUNTA COMUNALE
Visto che ai sensi dell’art. 48 del Testo Unico delle leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali, approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, la Giunta compie tutti gli atti rientranti, ai sensi dell’art. 107, commi 1 e 2 del medesimo Testo Unico, nelle funzioni degli organi di governo che non siano riservati dalla Legge al Consiglio Comunale e che non ricadano nelle competenze, previste dalle leggi o dallo Statuto, del Sindaco o degli organi di decentramento; Dato atto che i pareri di cui all’art. 49 del suddetto Testo Unico sono: favorevole sulla regolarità tecnica; viene dato atto che non è richiesto il parere di regolarità contabile in quanto il presente atto non comporta effetti diretti o indiretti sul bilancio; Con voti unanimi espressi in forma palese;
D E L I B E R A
1) di approvare la creazione di un Comitato Museo d’Arte Urbana con funzioni di coordinamento e indirizzo relativamente al territorio Borgo Vecchio Campidoglio; 2) di approvare la costituzione della “Sottocommissione Arte Pubblica Locale” con funzioni di valutazione e risposta a richieste d’intervento su facciate di edifici; 3) di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun onere di spesa; 4) di dichiarare, attesa l’urgenza, in conformità del distinto voto palese ed unanime, il presente provvedimento immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, 4° comma, del Testo Unico approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 L’Assessore alla Cultura L’Assessoreall’Integrazione E al 150° dell’Unità d’Italia Arredo Urbano Fiorenzo Alfieri Ilda Curti Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica Il Dirigente Il Dirigente Settore Arti Contemporanee Settore Decoro Urbano
Francesco De Biase Mariella Perletti
Il Dirigente Settore Arredo Urbano e Urbanistica Commerciale Valter Cavallaro
In originale firmato:
IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE Sergio Chiamparino Mauro Penasso
___________________________________________________________________________
ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE E DI ESECUTIVITÀ

La presente deliberazione: 1° ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del Testo Unico delle Leggi sull’Ordinamento degli EE.LL. (Decreto Legislativo 18.8.2000 n. 267) è pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal 16 aprile 2011 al 30 aprile 2011; 2° ai sensi dell’art. 134, 3° comma, del Testo Unico delle Leggi sull’Ordinamento degli EE.LL. (Decreto Legislativo 18.8.2000 n. 267) è esecutiva dal 26 aprile 2011.

a_Di_Mauro_Richiesta_contributo_ per_le_attività_del_MAU_2012

verbale27.09.12 comitato arte urbana

verbale 30.11.2011 comitato arte urbana

Sintesi_Incontro 18.5.2011 muralismo e arte urbana

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *